Alberto de Simoni Giustino Renato Orsini
(Morbegno, 17 giugno 1883 - Milano, 3 gennaio 1964)
Stemma Paravicini


Data: 01/02/1613

Tipologia atto: Instrumentum venditionis

Luogo: Bormio

Notaio rogante: Sermondi (de Sermondo), di Bormio, S. N.: Leoprando fu D. Zaccaria.

Pronotai: -

Regesto: 1613 febbraio 1, Bormio.

Instrumentum venditionis.

Domenico fu Domenico olim Giacomo del Pezol di Cepina vende a Mr. Gio. Pietro fu Giacomo fu Donato Landerbegani di Cepina un fitto perpetuo di L. 14 che si presta a S. Michele da Tonio fu Domenico Talabez di Bormio su beni obbligati a rogito di ser Ludovico Casolari del 4.XI.1610; inoltre un fitto perpetuo di L. 14 che si presta a S. Michele da Giacomo Bernardi del Picenacio di Cepina come al rogito del fu D. Battista Romani del 2.I.1610; infine un fitto di L. 10 che si presta a S. Michele da Tonio fu Francesco Bungini di Cepina come al rogito del fu D. Battista Romani del 31.XII.1611.
Prezzo di L. 550 cadenti in parziale soluzione di vendita fatta poc'anzi.

Atto in casa del notaio.

Testi:
Martino fu Tonio de Plazcastello,
Vincenzo di Gio. Giacomo Murchii,
Cristoforo di Giovanni Regacii, tutti di Bormio.

S. N.
Leoprando fu D. Zaccaria Sermondi di Bormio.