Alberto de Simoni Giustino Renato Orsini
(Morbegno, 17 giugno 1883 - Milano, 3 gennaio 1964)
Stemma Paravicini


Data: 13/02/1605

Tipologia atto: Instrumentum cessionis

Luogo: Bormio

Notaio rogante: Viviani (de Vivianis), del comune di Bormio, S. N.: Francesco di ser Petrottus, lodato sulle imbreviature del fu D. Andrea Vitalini dal Magnifico Concilio di Bormio estrasse.

Pronotai: -

Regesto: 1605 febbraio 13, Bormio.

Instrumentum cessionis.

Margherita fu Giovanni olim Giacomo del Zimello di Furva, moglie di Stefano fu Domenico Tonioli di Furva, col consenso del marito e del prossimo parente Giacomo fu Domenico olim Pietro della Fornera di Furva vende al Mr. Franceschino fu Mr. Angelo olim Simone plizarii de Calderariis di Bormio ¼ e metà di un altro quarto degli edifici e relative porzioni di orto, corti, piazze, anditi, accessi e diritti con pertinenze, utilità, comodità indivisi per il resto col compratore in quanto avente azione dagli altri coeredi; la venditrice ebbe azione da Caterina fu ser Pietro Bertholomini come da instrumentum cambii a rogito D. Leoprando Sermondi del 4.VII.1601 con tutti i suoi fixis et inclavatis; il tutto sito in contrada Buglio in imo dictae contratae, confinante con: a) parte eredi di ser Antonio de Florinis e parte D. Nicoḷ de Imeldis, b) detto ser Nicoḷ, c) la chiesa di S. Sebastiano, d) via maestra del comune, al prezzo di L. 285 di cui L. 124 di debito di Mr. Giacomo del Cotol verso il compratore con riserva degli interessi su queste L. 124.

Atto in aestuario superiori delle case di cui sopra.

Testi:
D. Sebastiano fu D. Dorico Alberti,
ser Gio. Francesco fu ser Antonio de Florinis,
Gio. Antonio fu Bonifacio d. Marzottus di Torripiano,
Domenico fu Giovanni della Margnecha, tutti ab. nel comune di Bormio.

S. N.
Francesco di ser Petrottus Viviani del comune di Bormio lodato sulle imbreviature del fu D. Andrea Vitalini dal Magnifico Concilio di Bormio estrasse.